ZomboMeme-23062019184954.jpg

In questo articolo intendiamo focalizzarci sulla

Messa a disposizione supplenza docenti

Comunemente chiamata MAD.

Alla fine dell’ articolo proporremmo anche due modellini di MAD precompilati da completare che potranno essere scaricati gratuitamente.

Abbiamo visto che sui social molti utenti si pongono domande specifiche sulla messa a disposizione per supplenze, tenteremo di rispondervi in questo articolo.

Le FAQ (frequently asked question) sulle MAD:

  1. E’ possibile mandare le MAD nella stessa provincia dove abbiamo inviato le domande per le Graduatorie d’Istituto?Risposta: Si è possibile, la MAD può essere inviata a qualsiasi scuola d’italia, anche nelle scuole private (queste ultime possono scegliere gli insegnanti solo attraverso le MAD pervenute)
  2. E’ possibile inviare la MAD nelle scuole in cui sono già in graduatoria (GAE o GI) ?Risposta: Si è possibile ma non serve, siete già a disposizione di quella scuola, perché dirglielo di nuovo 😀 ?
  3. Dove conviene mandare la MAD?Risposta: il criterio è simile a quello proposto nel nostro articolo: “Graduatorie d’istituto speranze di supplenza“.
    In pratica conviene inviare la MAD nelle scuole che hanno le graduatorie (GAE e GI) vuote il più possibile rispetto alla vostra classe di concorso e con cattedre o spezzoni disponibili per quest’ultima.
  4. Quando posso inviare la MAD per supplenza docenti?
    Risposta: sempre ma il periodo più conveniente è tra inizio giugno e inizio settembre
  5. Dove posso trovare un modello completo di MAD?
    Risposta: ecco i nostri modelli.
    MAD per Open Office (non tutti gli utenti hanno word);
    MAD per Word .

Concludiamo con alcune note.

  • La sezione in cui si dichiara il servizio e la sezione in cui si dichiarano gli eventuali progetti svolti nella scuola x possono essere ripetute più volte.
  • Al modello, ovvero alla MAD, possono essere aggiunte altre dichiarazioni, ovviamente attinenti alla MAD stessa 🙂

Con la speranza di esservi stati utili, insieme servizi, e “L’insegnante imbruttito“, vi danno appuntamento al prossimo articolo.