comica1564669578264.jpg

Poche speranze per le due parti più deboli del sistema scolastico italiano: studenti e docenti precari. Il governo, pur avendo promesso e firmato percorsi abilitanti e stabilizzanti, non ha dato atto con alcun decreto agli impegni presi con i sindacati confederati.

A settembre si profila un balletto di cattedre e supplenze che farà male innanzitutto ai nostri figli, che siedono tra i banchi di una scuola precaria retta da precari!

Precariato e discontinuità didattica

Questi due mali viaggiano insieme, sanando il primo, infatti, si ridurrebbe di molto la discontinuità didattica per gli studenti.
Molte soluzioni sono state proposte al MIUR, oltre al famigerato accordo del 24 aprile.

Ne citiamo solamente una:

Petizione contro discontinuità didattica e precariato

Il 7 agosto ci sarà una protesta dei precari a Montecitorio per pretendere ciò che é giusto e farebbe bene alla scuola, il ruolo!

Tale protesta verrà replicata, salvo colpi di scena, a settembre.

Il coraggio degli insegnanti precari regge la scuola, senza di loro questa imploderebbe!